22 febbraio 2012

Delfini: dovrebbero essere riconosciuti come persone non umane

Secondo i ricercatori, i delfini e le balene sono animali così intelligenti che meriterebbero di essere considerati delle vere e proprie persone non umane, con tanto di carta dei diritti a loro tutela.
Questi animali infatti appartengono a società complesse, hanno una loro identità, una personalità e sarebbe assolutamente atto dovuto considerarli alla stessa stregua di un essere umano. E invece cui quello siamo abituati e costretti ad assistere è il massiccio isolamento di delfini e orche all'interno di serbatoi destinati a parchi di divertimento.

Questo accanito gruppo di ricercatori non si stanca infatti di sperare che le autorità internazionali si decidano a sancire una volta per tutte i diritti dei cetacei, per garantire loro il diritto alla vita, alla libertà e al benessere, esattamente come accade per gli uomini.
Tali rivendicazioni poi sono avvalorate anche da recenti studi che hanno dimostrato come termini quali "coscienza", "personalità", "individualità" non siano concetti unicamente umani e che invece ormai appartengano a certi tipi di animali più di quanto noi possiamo immaginare. Anzi, è ormai stato ampiamente dimostrato che il cervello dei delfini sia superiore a quello degli scimpanzé, che essi riescono a comunicare tra di loro in modi molto simili a quelli degli esseri umani, che sappiano addirittura riconoscersi allo specchio e pensare al futuro
Il riconoscimento dei diritti dei cetacei inoltre bandirebbe come illegale la sanguinaria e barbara caccia alle balene, così come pure tutte quelle modalità di pesca improvvisate o deliberatamente ripugnanti.
Un passo avanti comunque sembra già essere stato fatto. Ad una conferenza di Helsinki infatti è stato proprio presentato un documento come Dichiarazione dei diritti dei cetacei, in cui i ricercatori promotori del documento hanno elencato dieci punti fondamentali. Tra questi si è molto puntato sul diritto alla vita dei cetacei, sulla tutela del loro ambiente e del loro habitat naturale, senza dimenticare che, secondo il decalogo, diventerebbe vietato a qualsivoglia privato o organizzazione il possesso di questi straordinari animali.


Fonte: link

(Foto di Greo77 - Flickr)

5 commenti:

  1. Sarebbe una bella notizia :D

    RispondiElimina
  2. per me va bene anche come umani...
    monica c.

    RispondiElimina
  3. Sono veramente molto intelligenti e mi da fastidio quando vengono sfruttati nei parchi-divertimento...Julie

    RispondiElimina
  4. Lo trovo anch'io assurdo... infatti ho sempre odiato il circo per motivi analoghi!

    RispondiElimina